Ho un libro in testa

15mag
2011

Sylvia Plath e Ted Hughes: ora parla lui


VERSI DIVERSI a cura di Isabella Leardini

pochi versi scelti, concentrati – da conservare, far girare – di autori diversi

 

 

Chi ricorderà le tue dita?
La loro vita alata? Volavano
con la luce del tuo sguardo.

 

 

 

E dopo la voce di Sylvia Plath (vedi post di domenica scorsa) ecco quella di Ted Hughes. Sono stati sposati per sei anni. Ted non ha amato sua moglie come lei avrebbe voluto, ma ha amato più di ogni altro Sylvia. Non ha salvato la sua vita ma ha reso eterna la sua poesia. Le Lettere di compleanno da cui sono tratti questi versi sono la sua verità, ed uno straordinario romanzo d’amore in versi.

 

 

 

 

 

 

 

Categorie: Versi diversi

Commenti