Ho un libro in testa

05giu
2012

Vite da lettore: “Le città invisibili”

_

IL FOTOROMANZO DEL LETTORE SCOMPARSO
di Chicca Gagliardo e Patrizia Traverso

_

Riassunto delle precedenti puntate: dopo aver lacerato le pagine del romanzo che troppo amava, il Lettore Innamorato, divenuto Furioso, vaga ora errante.
Foto di Patrizia Traverso, autrice di Preferisco leggere (Tea).

* Terza puntata *

Sbarcato dal veliero su cui aveva inseguito La linea d’ombra, il Lettore Scomparso giunge nei pressi di una città dagli alti, scintillanti palazzi. «Troppo visibile!», grida sprezzante il Lettore sempre più Furioso, e allontanandosi con un balzo si addentra tra gli alberi che fanno da ingresso a una fitta boscaglia. Non senza prima aver afferrato al volo, con la rapidità di un uccello, uno dei libri che una distratta signora aveva incautamente posato sulla panchina.
Inoltrandosi nella boscaglia, il Lettore Scomparso apre una pagina a caso del libro rubato, Le città invisibili di Italo Calvino. E legge:
«La città ti appare come un tutto in cui nessun desiderio va perduto e di cui tu fai parte, e poiché essa gode tutto quello che tu non godi, a te non resta che abitare questo desiderio ed esserne contento. Tale potere, che ora dicono maligno, ora benigno, ha Anastasia, città ingannatrice».

(giorno per giorno potete seguire il diario e le letture del Lettore Scomparso che ora sta viaggiando nelle Città invisibili sulla pagina Facebook di Hounlibrointesta)

_

Questo spazio si intitola VITE DA LETTORE perché i lettori vivono più vite. Patrizia e io cercheremo di foto-grafare, con le sue foto e le mie parole scritte, le meraviglie della lettura. Saremo qui ogni martedì mattina.

Per  incontrare altri lettori, clicca qui sotto su Categorie: Vite da lettore.

 

Categorie: Vite da lettore

TAGS: italo calvinoJoseph ConradLa linea d'ombraLe città invisibili

Commenti