Ho un libro in testa

19giu
2012

“Il cavaliere inesistente” di Calvino e il libro invisibile

state per leggere guardare

IL FOTO-ROMANZO DEL LETTORE SCOMPARSO
di Chicca Gagliardo e Patrizia Traverso

Riassunto delle precedenti puntate: dopo aver lacerato le pagine del romanzo che troppo amava (qui), il Lettore Innamorato, divenuto Furioso, vaga ora errante. Ha inseguito la La linea d’ombra di Joseph Conrad (qui), ha viaggiato nelle Città invisibili di Italo Calvino (qui), ha cercato di comporre il puzzle dei Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes (qui). E adesso…

Foto di Patrizia Traverso, autrice di Preferisco leggere (Tea).

* quinta puntata *

Girando e girando il Lettore Scomparso giunge di fronte a una libreria. Seduto su una vecchia panca, c’è un uomo invisibile dall’aria familiare. Si tratta infatti del Cavaliere inesistente. “Che cosa leggi?”, domanda incuriosito. Sollevando la testa, il Cavaliere Inesistente mostra al Lettore Scomparso la copertina su cui non appare scritto:

William Shakespeare

La tempesta

Poi, sfogliando il libro trasparente, il Cavaliere Inesistente dice al Lettore Scomparso: siediti qui accanto a me sulla panca, affrontiamo insieme questa magnifica tempesta, scopriamo dove ci porterà. E scorrendo il dito invisibile sull’invisibile pagina inizia a leggere:
Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita.

__________________________________________________________________________________________

Giorno per giorno potete seguire Il cavaliere inesistente mentre legge “La tempesta” al Lettore Scomparso sulla pagina Facebook di Hounlibrointesta.

 

 

Categorie: Vite da lettore

TAGS: Frammenti di un discorso amorosoitalo calvinoJoseph ConradLa linea d'ombraLa tempestaLe città invisibiliRoland BarthesWilliam Shakespeare

Commenti