Ho un libro in testa

07ago
2012

La pianta delle metamorfosi

state per leggere guardare

IL FOTO-ROMANZO DEL LETTORE FURIOSO
di Chicca Gagliardo e Patrizia Traverso
*terza puntata*

PREMESSA Al Festivaletteratura di Mantova ci sarà una grande festa dedicata all’Orlando Furioso. Il 7 e 8 settembre in una stanza misteriosa di Palazzo Te, Chicca Gagliardo, con tutti gli amici (e Francesca Scotti nella parte di invisibile presenza), vi guiderà all’ARTE DI PERDERSI. Dall’isola di Alcina al Palazzo di Atlante.
Intanto i nostri personaggi sono partiti per un viaggio fantastico nel poema di Ariosto.
Foto di Patrizia Traverso, autrice di Preferisco leggere (Tea).

* LA METAMORFOSI DELLE PIANTE *

Dopo aver attraversato la Luna (qui), tutti precipitano (qui).
Il primo ad atterrare è il Lettore Furioso. Gli altri amici – Ariel spirito dell’aria, il Cavaliere Inesistente e Shahrazād, invisibile voce delle Mille e una notte – preferiscono restare sospesi ancora un po’, giocando con la forza di non gravità.
All’improvviso, un’intricata trama d’ombre.
«Qui per orientarsi», sbuffa il Lettore Furioso, «ci vorrebbe una piantina dell’isola».
«Tanto piccola non sono», dice la pianta.
«Tu non mi servi a orientarmi».
«Il modo migliore per orientarsi è seguire la pianta dei propri piedi».

«Non mi farò certo dare consigli da un vegetale»
«Chiunque abbia un’anima viva e vegeta è un vegetale».

«Guardate: c’è Astolfo arrivato anche lui dalla Luna», urla di gioia Ariel posandosi sull’isola.
«Traformato dalla maga Alcina in nobile pianta esistente», osserva il Cavaliere Inesistente.
«Ma come sei bello con questi tuoi lunghi rami ricoperti di foglie trasparenti e di tintinnanti invisibili pistilli», sussurra Shahrazād
«Ma piantatela tutti!», sbotta il Lettore Furioso di nuovo Innamorato e geloso.
«Sì, dai trasformiamoci tutti in piante», propone Shahrazād, divenendo un fiore dai mille e un profumo.
«Sì!», soffia Ariel spirito dell’aria ed eccolo trasformato in soffione.
«E io che faccio?», scalpita il Lettore Furioso.
«Noi», dice il Cavaliere Inesistente, «siamo già Fiori blu».

 

__________________________________________

* RIASSUNTO DELLE PRECEDENTI PUNTATE Dopo aver viaggiato ne La linea d’ombra di Joseph Conrad (qui), nelle Città invisibili di Italo Calvino (qui), nei Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes (qui), ne La tempesta di William Shakespeare (qui), nelle Metamorfosi di Ovidio (qui), nell’Odissea (qui) e nelle Mille e una notte (qui), i nostri amici stanno ora viaggiando nell’Orlando Furioso.
Questo spazio si intitola VITE DA LETTORE perché i lettori vivono più vite. Patrizia e io cercheremo di foto-grafare, con le sue foto e le mie parole scritte, le meraviglie della lettura. Saremo qui con una nuova puntata nell’Orlando Furioso ogni martedì mattina.
Ma ogni giorno
potete seguire l’odissea del Lettore Furioso e dei suoi amici sulla pagina Facebook di Hounlibrointesta.

Categorie: Vite da lettore

TAGS: Ariostochicca gagliardoFestivaletteraturaOrlando Furiosopatrizia traverso

Commenti