Ho un libro in testa

Categoria: cover novel

L’uomo con gli occhi in tasca
di Massimiliano Tappari

Mario Mariotti era l’uomo con gli occhi in tasca. Infatti non usciva mai di casa se non aveva con sé un paio di occhi in più (finti) che tirava fuori per trasformare in personaggi le mani degli amici che parlavano con lui. Era capace di interrompere di colpo una conversazione per chiederti di rimettere in una certa posizione dita e mani, come se fosse il regista di uno spettacolo di ombre cinesi. Leggi di più..

Categorie: cover novel

Massimiliano Tappari mi ha mandato una mail che dice:

____________________________________________________________________

P.S. Massimiliano e io abbiamo spesso sguardi comuni (non a caso abbiamo fatto insieme un libro, Gli occhi degli alberi, un giorno vi racconterò com’è nata l’idea, una sera, in una piccola piazza che si chiama Tito Lucrezio Caro, l’autore del De rerum natura), sguardi che si incontrano nel tempo, anche a distanza: quando ho ricevuto la mail di Massimiliano, qualche giorno fa, avevo appena finito di scrivere l’articolo per il ClubDante sul tema della Forza di non gravità e le meraviglie dello sguardo, sulla spinta del bosone di Higgs, Chagall, Italo Calvino e la visionarietà (se non lo avete letto, è qui). Quando ho ricevuto la mail di Massimo ho pensato: che coincidenza meravigliosa…
(la frase del giorno: un piccolo sguardo e si spalanca un universo)

Chicca Gagliardo

Categorie: cover novel