Ho un libro in testa

Categoria: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica Marco Corrias, giornalista e scrittore, ha pubblicato qui su Hounlibrointesta uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito, e ancora senza titolo. E così, puntata dopo puntata, ci ha fatto assistere alla nascita di un romanzo. È stato un vero viaggio.
Adesso siamo arrivati (quasi) alla fine. Quest’ultima puntata è infatti una lettera dell’autore.
Il bello del blog, però, è di essere una corrente in cui nulla si perde. E quindi, se non  avete ancora letto il romanzo di Marco Corrias, potete trovare la trama qui. E tutti i capitoli cliccando in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.
Grazie Marco per averci portato con te nel tuo viaggio
Chicca

Caravaggio: uno dei personaggi del romanzo

__________________


Cari amici,

da questa settimana non ci sarà più alcun capitolo del mio romanzo storico ancora senza nome. Non perché abbia terminato di scrivere e posto la parola fine. Anzi, proprio la fine è ancora tutta da inventare e scrivere, pur se qualche idea in testa, ancora da elaborare, ce l’ho. Ho preferito terminare qui questa bellissima esperienza, con voi condivisa, perchè voglio riservarmi il tempo necessario per ragionare su un finale che non sia condizionato dalla stretta necessità dell’appuntamento domenicale. Lo farò pensando a voi, a coloro che mi hanno seguito capitolo dopo capitolo, spesso dandomi suggerimenti preziosi, altre volte in silenzio, senza farmi però mai mancare la sensazione di avere molti amici interessati a quelle pagine e all’evoluzione del romanzo che da esse discendeva.
 Infine un grazie grande a Chicca Gagliardo, alla cui passione e intelligenza per la letteratura e per la poesia devo quel che sono riuscito a fare in questi lunghi mesi. Il suo blog è un punto di riferimento per tutti coloro che con lei condividono il piacere dei libri. Lei lo sa animare con particolare grazia e impegno. Lo seguirò giorno dopo giorno. E a voi faccio una promessa: quando il finale sarà scritto, in qualche modo lo verrete a sapere. 

Marco

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo. Così tutti noi possiamo assistere alla nascita di un romanzo e anche intervenire, in una sorta di editing collettivo.
Se non si apre lo spazio dei commenti, clicca sopra il titolo del post.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

Bacco di Caravaggio. Caravaggio torna in questa puntata: leggete perché

Capitolo 41
(dove si racconta come Del Monte reagì)

Furono giorni feroci. Quel che era accaduto nella villa in cima al Quirinale si ripeté in decine di case romane. Pochi scamparono tra coloro che per un motivo o per l’altro avevano il proprio nome registrato negli archivi del Sant’Uffizio. Accademici in odore d’eresia, pittori e scultori sordi alla nuova morale controriformista, astronomi e matematici infatuati delle nuove teorie sull’universo, letterati dalle penne aguzze, filosofi e medici, frati e preti ribelli che osavano puntare i loro indici sulla corruzione della corte papale. E accanto a tutti costoro, in un’orgia di accuse e di presunte comunanze, ladri e assassini, truffatori e strozzini, sodomiti e stupratori, donne accusate d’aver abortito e altre donne accusate di averle fatte abortire.

Il cardinale del Monte seppe dell’inaudito sfregio alla sua persona solo il mattino dopo. E non sapeva per quali dei due avvenimenti che gli avevano ferito l’anima come una rasoiata, avesse più voglia di pianto e di vendetta. Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Dopo la pausa estiva, riparte il nostro appuntamento: ogni domenica, Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo. Così tutti noi possiamo assistere alla nascita di un romanzo e anche intervenire, in una sorta di editing collettivo.
Se non si apre lo spazio dei commenti, clicca sopra il titolo del post.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

Uno dei dipinti del Caravaggio nella Chiesa di San Luigi a Roma. La foto viene da qui.

Capitolo 39

(dove l’intrigo si svela nella Chiesa di San Luigi)

Pungiglione ascoltò l’intero resoconto di Alceo senza tradire alcuna emozione. Era rimasto seduto, le gambe incrociate e lo sguardo fisso sulle labbra del frate che gli riferiva dell’incontro avuto col Segretario del Duca.

Alceo non risparmiò nessun particolare delle raccomandazioni e delle condizioni con cui il Segretario gli aveva esposto le intenzioni del Duca nei riguardi degli artisti momentaneamente ospiti dell’abbazia. Alceo non era uno sprovveduto, nonostante la giovane età, e capiva quanto quelle sue rivelazioni avrebbero potuto costituire un grosso pericolo per lui, un pericolo per la sua stessa vita. E allora, perché lo faceva? Se l’era chiesto mentre nella tormenta percorreva le stradine strette che attraverso il ghetto raggiungevano il Mercatale, dove l’attendeva la modesta carrozza che doveva riportarlo all’abbazia. E l’unica risposta che gli era parsa plausibile fu che quella faccenda puzzava di losco e lui non intendeva farne parte. In realtà, Alceo sapeva che a muoverlo c’era qualcosa che non osava confessare neanche a sé stesso. Il desiderio di proteggere Alceo, di metterlo in guardia e tenerlo fuori dalla gabbia in cui volevano rinchiudere lui e i suoi compagni, non poteva essere solo frutto di umana solidarietà. C’era qualcosa di più. Forse quel venticello che gli agitava l’anima ogniqualvolta si trovava in presenza di Alceo. Forse l’emozione che provava nel sentire la sua voce un po’ roca narrare quelle storie così straordinarie. Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica, Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo, per coinvolgere tutti voi lettori in una sorta di editing collettivo. Insomma, riscriviamo insieme questo romanzo. Ma potete anche solo gustarvi il piacere di seguire puntata dopo puntata la nascita di un romanzo.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

La foto viene da qui.

Capitolo 38
(dove si racconta di Meo e Antea tornati in libertà)

Sentì la chiave girare nella serratura, il chiavistello scorrere con rumore di metallo. Il gelo della cella non l’invogliò a liberarsi subito della lurida coperta in cui s’era avvolto. Aspettò che il visitatore fosse entrato, e quando questi s’avvicinò al pagliericcio che ospitava i suoi incubi, Meo si decise ad aprire gli occhi. Il sergente delle guardie si voltò allora verso la porta e disse a qualcuno che aspettava di fuori che poteva entrare. Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica, Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo, per coinvolgere tutti voi lettori in una sorta di editing collettivo. Insomma, riscriviamo insieme questo romanzo. Ma potete anche solo gustarvi il piacere di seguire puntata dopo puntata la nascita di un romanzo.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

Capitolo 37
(dove si racconta di un assassinio nella neve)

La neve era caduta abbondante quella notte del 3 di novembre. Una nevicata improvvisa, inusuale prima dell’estate di San Martino. I primi fiocchi erano cominciati a cadere nel tardo pomeriggio e a sera Roma era tutta imbiancata. Il campanile di Santo Stefano aveva appena battuto la ventitreesima ora e il capitano Wolfang Craudes, alla testa delle sue cinque guardie, marciava con passo pesante attento a non scivolare sulla neve fresca. Pensava alla moglie Linda che di lì a qualche giorno gli avrebbe dato il primo figlio. Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica, Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo, per coinvolgere tutti voi lettori in una sorta di editing collettivo. Insomma, riscriviamo insieme questo romanzo. Ma potete anche solo gustarvi il piacere di seguire puntata dopo puntata la nascita di un romanzo.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

La foto viene da qui.

Capitolo 36

(dove si racconta del mistero del libro)

Padre Carmelo Labate e il suo confratello Angelo Sicofredi avevano fama di essere tra i più eruditi del collegio napoletano di Gesù Vecchio. E anche tra i più determinati nel perseguire gli eretici e ogni sorta di ribelle che deviasse dalle nuove regole della Controriforma. Più d’uno ne avevano smascherato e consegnato al braccio secolare perché si occupasse di impartire le dovute punizioni.

Padre Carmelo s’era consumato la vista sui libri, talché era uno dei pochi a quell’epoca che portasse costantemente sul naso degli occhiali. Sapeva di greco e di latino, ma riusciva, seppure a fatica, a leggere anche in arabo, e nel volgare inglese e francese, per non dire dello spagnolo del tedesco e dell’italiano, per i quali non aveva alcuna difficoltà. Non v’era libro, stampato o diffuso nelle terre in cui i gesuiti erano presenti, che non finisse sulla sua scrivania. E dov’egli non arrivava, arrivavano i suoi collaboratori, decine, che da ogni angolo della terra avevano l’obbligo di inviargli rapporti, riassunti, note e segnalazioni. Tutto finiva nei grandi libri custoditi in una stanza sotterranea del collegio. Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica, Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo, per coinvolgere tutti voi lettori in una sorta di editing collettivo. Insomma, riscriviamo insieme questo romanzo. Ma potete anche solo gustarvi il piacere di seguire puntata dopo puntata la nascita di un romanzo.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

Nel romanzo di Marco Corrias, tra i personaggi, potete incontrare anche Caravaggio.

___________________________________________________________

Capitolo 35

(Il mondo al rovescio di Mimino e di Massimino)

 “Scusate, scusate”, disse quello che si era presentato come Massimino, e quasi piegato dalle convulsioni provocate dalle risa, si rivolgeva al compare: “Diglielo Mimino, diglielo tu, spiegagli che non è per cattiveria…”

“Sì, sì, signori, non l’abbiate a male. È la nostra natura che comanda, e noi non possiamo che obbedire. Vedete, noi cugini Scassarisa, abbiamo questo tremendo, come chiamarlo… questo tremendo guasto di natura: ridiamo quando dovremmo piangere, piangiamo quando vi sarebbe da ridere. Per nostra fortuna, quest’ultima evenienza, dati i tempi, non è che si verifichi tanto sovente. Voi capirete, quindi, che in questo modo tutta la nostra esistenza ne viene capovolta. Sarebbe un bel dramma, se tutto questo non ci mettesse addosso un’irrefrenabile, quanto spesso immotivata allegria. Fare i buffoni, di conseguenza, è più una necessità di vita che una scelta voluta.” Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica, Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo, per coinvolgere tutti voi lettori in una sorta di editing collettivo. Insomma, riscriviamo insieme questo romanzo. Ma potete anche solo gustarvi il piacere di seguire puntata dopo puntata la nascita di un romanzo.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

Nel romanzo di Marco Corrias, tra i personaggi, potete incontrare anche Caravaggio.

___________________________________________________________

Capitolo 34

(Storie d’amore e d’ingiustizia, scritte sull’acqua)

Come cani che si annusino per comprendere con chi abbiano a che fare, avevano avviato una conversazione tutta fatta di facezie e lepidezze. Come si sta in questa casa, e come si passa il tempo, e quali sono gli usi e le regole. Le più felici di tutte apparivano Lena e Angiolina, che finalmente avevano di che chiacchierare con qualcun altro che non fosse Pungiglione.

Angiolina, ch’era seduta accanto alla donna di nome Maria, stava con lei vantando le gioie e il benefico ristoro delle acque della sala da bagno. Colui che sembrava il più anziano e determinato del gruppo, e che si era presentato col nome di Celio Bonaventura, intervenne: Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica, Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo, per coinvolgere tutti voi lettori in una sorta di editing collettivo. Insomma, riscriviamo insieme questo romanzo. Ma potete anche solo gustarvi il piacere di seguire puntata dopo puntata la nascita di un romanzo.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

Nel romanzo di Marco Corrias, tra i personaggi, potete incontrare anche Caravaggio.

___________________________________________________________

Capitolo 33

(dove si racconta delle ferie d’autunno)

C’era quest’uva, dolce, matura, sui tralci che venivano giù dal pergolato come cascate degli dei. E c’era un buon vinello passito e le melagrane e altro buon cibo in abbondanza. E il sole sembrava non voler mai andare a dormire, laggiù dove il Tevere si getta nel Tirreno. E quando veniva la sera, dopo la cena, talvolta c’erano i musici ad allietarli, fino a quando, satolli di tutto, chiudevano gli occhi in attesa di un’altra giornata di ozi. Era un tiepido ottobre, e un’indolente pigrizia s’era impossessata dei tre amici. Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo

Ogni domenica, Marco Corrias, giornalista e scrittore, pubblica uno o due capitoli del suo romanzo storico, inedito e ancora senza titolo, per coinvolgere tutti voi lettori in una sorta di editing collettivo. Insomma, riscriviamo insieme questo romanzo. Ma potete anche solo gustarvi il piacere di seguire puntata dopo puntata la nascita di un romanzo.
Per
la trama clicca qui. Per i capitoli precedenti clicca in fondo su Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo.

Nel romanzo di Marco Corrias, tra i personaggi, potete incontrare anche Caravaggio.

___________________________________________________________

Capitolo 32
(dove si racconta del ricatto a Meo e ad Antea)

Il cardinale allungò la mano destra e sfiorò appena la lettera che giaceva sul tavolo. Senza guardare Meo negli occhi sospirò e tornò a sprofondarsi nello schienale della sedia. Nel farlo però aprì un cassetto della scrivania, ne trasse un sottile fascio di fogli legati da un nastro e come aveva fatto con la lettera lo lasciò scivolare con gesto lento sul tavolo.

“Di questo, invece, davvero non puoi sapere nulla. E così com’è non potrà esserti di grande aiuto. Ma tra queste righe potrà esserci, dipenderà da te, la tua salvezza”.

Meo a quelle parole parve rianimarsi. Non capiva, continuava a non capire. Ma quel soffio di speranza che gli veniva alitato in faccia fece sì che osasse chiedere, con voce flebile, cosa il cardinale intendesse dire. Leggi di più..

Categorie: Il romanzo di tutti: un editing collettivo